Fonti e testimonianze sulla politica europea, la cooperazione internazionale e sui Paesi del continente europeo nell’Archivio Giulio Andreotti – finanziamento ICAR

Il progetto prevede  l’intervento di ordinamento e inventariazione di un nucleo consistente dell’archivio Giulio Andreotti – costituito da oltre 200 buste – per il completamento della serie Europa e delle pratiche relative ai paesi del continente europeo e al tema della cooperazione allo sviluppo.

Le carte documentano i diversi aspetti – istituzionali, politici, economici, sociali – del processo di unificazione europea, le relazioni bilaterali e i rapporti diplomatici, gli incontri e le visite di personalità e delegazioni, con particolare riguardo ai rapporti politici, economici, culturali tra i paesi e ai progetti di collaborazione e cooperazione allo sviluppo per la realizzazione di interventi, opere e infrastrutture.

La prima annualità del progetto, conclusa a marzo 2022, ha previsto il lavoro di ordinamento e inventariazione di:

  • 145 buste della serie Europa, 1948-2008, per un totale di 645 fascc., contenente documentazione relativa ai diversi aspetti – istituzionali, politici, economici, sociali – del processo di unificazione europea, raccolta e conservata in relazione ai diversi incarichi ricoperti da Giulio Andreotti come ministro, Presidente del Consiglio e presidente di turno del Consiglio europeo; Presidente e componente delle Commissioni esteri della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica; membro della rappresentanza al Parlamento europeo; Presidente dell’Unione europea democratico-cristiana; membro dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa, dell’Unione dell’Europa occidentale e della delegazione italiana all’Assemblea parlamentare dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa.
  • 32 pratiche relative alla Cooperazione internazionale allo sviluppo, per totale di 53 buste (245 fascc.) documentano le relazioni bilaterali, i rapporti diplomatici, gli incontri e le visite di personalità per la realizzazione di interventi, opere e infrastrutture: Africa, 1961-2005; Algeria, 1959-2007; Angola, 1961-2004; Burkina Faso – Sahel; Burundi, 1971-1994; Camerun, 1971-1990; Capo Verde, 1975; Ciad, 1981-1989; Congo, 1960-2008; Cooperazione con i paesi in via di sviluppo, 1963-2006; Costa d’Avorio, 1968-1997; Etiopia e Eritrea, 1953-2006; Gabon, 1972-1990; Ghana, 1961-1988; Guinea Equatoriale, 1984-1985; Guinea, 1971-1987; Guinea-Bissau, 1961-[1986]; Istituto per la cooperazione e lo sviluppo internazionali, 1982-2007; Mali, 1986-1989; Marocco, 1960-2007; Mozambico, 1970-1995; Nigeria, 1961-2007; Ruanda, 1984-1994; Senegal, 1970-1993; Sudan, 1957-2005; Tanzania, 1967-1999; Tunisia, 1957-2008; Uganda, 1980-2006; Zambia, 1971-1991; Gambia, 1986; Benin, 1988; Mauritania, 1989-2002.

Gli inventari analitici, disponibili in formato cartaceo e informatizzato, sono consultabili sul sito dell’Istituto Luigi Sturzo.