26 Luglio 2021

Memoria, patrimoni culturali, Europa

A luglio l’Istituto ha avviato una nuova iniziativa europea che coinvolge i volontari del servizio civile universale che collaborano presso 4 istituti culturali romani: Istituto Luigi Sturzo, Fondazione Lelio e Lisli Basso, Fondazione Murialdi, Centro Sraffa.

I volontari prendono parte ad una ricerca-azione volta a valorizzare le competenze culturali e il ruolo dei patrimoni culturali come strumento per conoscere e interpretare la nostra storia, italiana ed europea, e le nostre radici, ma anche il nostro presente, le nostre società e le sfide attuali. 

Ciascun gruppo di volontari racconterà il percorso che sta portando avanti negli archivi e la propria esperienza attraverso dei prodotti creativi, come video e blog, utilizzando metodologie innovative come il digital storytelling. I risultati verranno infine condivisi con altre realtà europee in un’ottica di scambio di esperienze nell’ambito del progetto Art-Connection, di cui l’Istituto è partner.

News Correlate

Al via il nuovo progetto europeo ValUES
Internazionale, Ricerca, Cittadinanza e democrazia,Europa e mondo

Al via il nuovo progetto europeo ValUES

Un'iniziativa per approfondire il tema delle discriminazioni nell’Europa dei totalitarismi

<strong>“ControleMaleBestie”</strong>: educare alla legalità
Formazione, Cittadinanza e democrazia

“ControleMaleBestie”: educare alla legalità

Avviata la IV edizione del progetto in collaborazione con il CISS

Patrimonio, Storia e culture del Novecento

Il Traguardo. Il periodico di propaganda della Dc ora in digitale

Il periodico di propaganda della Dc ora in digitale

<strong>Il Traguardo.</strong> Il periodico di propaganda della Dc ora in digitale