Che fare delle Regioni? Autonomismo e regionalismo nell'Italia di oggi. Atti del convegno, 24-25 gennaio 2014, a cura di Nicola Antonetti e Ugo De Siervo.

L'Istituto Sturzo ha pubblicato gli atti del convegno Autonomismo e regionalismo nell'Italia di oggi.


Se, oltre quarant'anni dopo la nascita di quelle ordinarie, ci si chiede Che cosa fare delle Regioni?, significa che qualcosa di profondo non va ed è necessario prenderne atto, Se queste istituzioni, chiamate a superare il centralismo statale hanno dato vita a loro volte a nuove forme di centralismo locale; se, dal punto di vista ordinamentale e politico, la loro funzione di programmazione e di indirizzo è stata stravolta in quella della gestione; se la modifica del Titolo V della Costituzione attuata fra il 1999 e il 2001 non è riuscita a correggere una tale deriva in qualche modo, anzi, aggravandola, tutto questo ha un perché.

Il perché è nella mancanza di una reale cultura delle autonomie che avrebbe dovuto sorreggere l'impianto istituzionale che si costruiva. Perciò, per cambiare davvero, occorre ripartire da questa cultura.

L'alternativa è la degenerazione delle prassi di governo regionale alle quali abbiamo assistito, e le nuove insensate spinte separatiste innestate in tale degrado.

Nel momento in cui, nella XVII legislatura, è di nuovo in corso il dibattito sul Titolo V, il sistema bicamerale, il ruolo del Senato, questo volume dell'Istituto Sturzo è uno strumento prezioso. Esso offre finalmente quell'inquadramento storico, culturale e politico del sistema delle autonomie che è mancato finora rispetto ai cambiamenti da adottare.

G.S.
Segretario generale dell'Istituto Sturzo

Altre notizie in Istituto Luigi Sturzo