Studi e ricerche

Le principali attività dell’area sono la realizzazione di programmi di ricerca nell’ambito della storia contemporanea, delle scienze sociali, degli studi politici e la valorizzazione del patrimonio archivistico e bibliotecario dell’Istituto attraverso studi, convegni, seminari e pubblicazioni.

In ideale continuità con l’insegnamento di Luigi Sturzo le ricerche scientifiche sono indirizzate alla individuazione e alla chiarificazione delle principali questioni che caratterizzano le società e la cultura contemporanea dal punto di vista storico, economico, sociale e politico: le linee di ricerca vengono definite nel confronto con la viva realtà della società civile e aspirano a rendere oggetto di riflessione scientifica i nodi essenziali del divenire storico-politico e sociale, in un’ottica nazionale e internazionale.

Queste le principali direttive delle attività:

  • Sviluppare e diffondere, con metodologie innovative, la conoscenza della memoria storica, con particolare riferimento all’identità politica e culturale dei cattolici e al contributo offerto alla storia del paese.
  • Promuovere riflessioni e dibattiti su questioni di attualità sociale, politica, istituzionale e economica e elaborare progetti di intervento in grado di affrontare le principali problematiche individuate
  • Proporre, attraverso progetti di ricerca e interventi mirati nel campo della formazione, una riflessione scientifica sulle questioni internazionali, da quelle legate all’unità europea a quelle legate al fenomeno dell’immigrazione
  • Valorizzare, anche attraverso progetti di divulgazione, il patrimonio archivistico e bibliotecario dell’Istituto
  • Attivare collaborazioni con università, enti e istituzioni culturali italiane e straniere.
Contatti
Gianni Dessì - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Alessandra Gatta - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Loredana Teodorescu - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.