Patrimonio archivistico

Il patrimonio dell'Archivio storico dell'Istituto Luigi Sturzo è costituito dai seguenti fondi documentari che, in base alle norme archivistiche vigenti, vengono messi a disposizione del pubblico non appena dotati degli opportuni strumenti di consultazione.

Fondo Luigi Sturzo (1891-1959)

E' il fondo costitutivo dell'Archivio storico e conserva documenti relativi all'attività di politico e scrittore svolta da Luigi Sturzo durante la crisi dello Stato liberale, l'avvento del fascismo, gli anni dell'esilio e della ricostruzione.

Fondo Giuseppe Ammassari (1993-1996)

La documentazione riguarda la carica ricoperta da Ammassari come commissario all’Autorità per l’energia elettrica e il gas.

Fondo Giulio Andreotti (anni '20-ad oggi)

Il fondo conserva documentazione relativa a tutta la seconda metà del Novecento e documenta la lunga attività di uomo di governo e di partito, di studioso, di saggista e di giornalista del senatore Giulio Andreotti.

Fondo Antonino Anile (1900-1943)

Il fondo conserva corrispondenza del politico calabrese con il suo biografo Vito G. Galati ed altri, le sue poesie, i suoi articoli giornalistici, ritagli di stampa sulla sua attività, manoscritti e appunti di psicologia.

Fondo Nino Badano (1935-1991)

La documentazione riguarda l’attività del giornalista cattolico direttore del giornale cattolico di Roma "Quotidiano" dal 1950 al 1964 e del "Giornale d’Italia" dal 1966 al 1969, nonché collaboratore de "L’Avvenire d’Italia", "Il Frontespizio", "Primato", "Italia letteraria", "Vita e pensiero", "Il Tempo", "Oggi" e varie riviste di cultura.

Fondo Francesco Bartolotta (1947-1953)

Il fondo conserva i diari relativi all’attività di governo di Alcide De Gasperi.

Fondo Gennaro Cassiani (1920-1978)

La documentazione riguarda il periodo giovanile, gli anni della professione forense e gli anni dell’attività politica che videro il politico calabrese, oltre che tra i fondatori della Democrazia Cristiana, anche consultore nazionale nel 1944, deputato della Costituente dal 1946 al 1948, deputato dal 1948 al 1968 e senatore della Repubblica dal 1968 al 1976, sottosegretario per nove volte, ministro delle Poste e Telecomunicazioni e ministro della Marina Mercantile.

Fondo Mario Cingolani (1901-1970)

La documentazione riguarda l’attività di Cingolani come membro del Partito Popolare Italiano e poi della Costituente, e come parlamentare e ministro.

Orari

Dal martedì al venerdì
ore 9.00-16.30
tel. 06.6840421
archivio@sturzo.it

Notizie dell'area